Oggi, Ora :

Versione Italiana   English Version   

Home |  L'azienda |  Produzione |  Privacy |  Contatti

ADICENTER LOGIN
Username : 
Password :  
   


ADIRAMEF




PROPOSTE PROGETTUALI

 


AMBIENTE E TECNICHE DI BONIFICA
Relizzazione di Impianti per il trattamento rifiuti a matrice organica
NORA (N.S. Brev.)

Per mezzo di tale processo sono generati dei gas, detti anche “gas sintetici” o “syngas” che, nelle applicazioni oggi operative, sono utilizzati per produrre energia elettrica o per la produzione combinata di energia elettrica e calore (“cogenerazione”). In particolare, dal syngas, si possono ottenere le seguenti forme di energia:

  • termica, attraverso la loro combustione in una caldaia, come se si trattasse di metano o di gasolio;
  • meccanica, in un motore a scoppio come fosse metano;
  • elettrica, attraverso le celle a combustibile, o fuel cell, alimentate dall’idrogeno, gas ottenibile attraverso un processo denominato Reforming.
Tale gas può quindi essere utilizzato per produrre energia elettrica, nonché ovviamente calore.

Principali svantaggi degli impianti esistenti e caratteristiche peculiari del nuovo sistema NORA


Come emerge da quanto detto in precedenza, tutti gli impianti citati (inceneritori, termovalorizzatori, gassificatori e dissociatori molecolari) sono affetti da alcune problematiche cui l’impianto denominato “NORA” fornisce una soluzione ottimale.
In particolare, gli inceneritori ed i termovalorizzatori, anche rispettando la normativa vigente, generano inquinanti (particelle non biodegradabili), il cui accumulo nel tempo assume valori insostenibili per l’ambiente e la salute.
Infatti è facile calcolare, ad esempio, che un impianto di tervalorizzazione ben costruito e costantemente correttamente condotto e mantenuto, avente una potenzialità di 300 t/d, scarica in atmosfera polveri con granulometria uguale o inferiore a pm10, nella seguente misura:
per 4 mg/Nm3 (ovvero il solo 40% del limite di legge) x 8 Nm3/kg (fumi) x 300.000 kg/d x 330 d/anno = 3.168 kg/anno = 47.520 kg/15 anni
Tutto quanto sopra detto può far concludere che la termovalorizzazione, per ragioni intrinseche al proprio processo, pur rispettando o migliorando gli standard previsti dalla normativa vigente, non può garantire un bilancio ambientale complessivo a medio termine con impatto tendenzialmente nullo.
I gassificatori e i dissociatori molecolari, pur migliorando fino al 20% il grado di conversione in energia elettrica del syngas non riescono a sfruttarne tutto il contenuto energetico.
L’impianto denominato “NORA” tende sia a ottimizzare il prodotto della dissociazione molecolare (syngas) in modo da rendere le sue caratteristiche chimiche/termiche il più possibile costanti per la successiva combustione, al variare della natura delle biomasse caricate (e ciò attraverso un opportuno apporto alle biomasse di ossigeno, aria, vapore surriscaldato, ecc.), sia a sfruttare completamente il contenuto entalpico dello stesso syngas.
Inoltre, l’impianto “NORA” riduce al minimo tutte le operazioni di purificazione del gas stesso e dei fumi di fine processo, che, nei tradizionali impianti di dissociazione creano inutili perdite energetiche, oltre a costituire una fonte, sia pure ridotta, di inquinanti secondari.
Tenendo presente che gli impianti esistenti hanno rendimenti che variano dal 60% dei termovalorizzatori (10% in energia elettrica e 50% in energia termica) al 70% dei gassificatori (20% in energia elettrica e 50% in energia termica), l’impianto denominato “NORA” si pone l’obiettivo di invertire il rapporto oggi esistente tra energia termica ed elettrica generata, pur mantenendo elevato il rendimento totale dell’impianto.


Il processo trasforma in energia tutti i seguenti prodotti identificati dal numero CER con un residuo massimo 5% per prodotto:
  • 160103 - Pneumatici fuori uso
  • 150106 - materiali misti
  • 150105 - materiali compositi
  • 150103 + 170201 - legno
  • 150101 - imballaggi carta e cartone
  • 170203+150102+160119 - plastica
  • 191210 - CDR(Ecoballe e parzialmente conformi
  • 200203 - rifiuti non biodegradabili
  • 200301 - Rifiuti urbani non differenziati


  • Il processo di conversione termica mediante il NORA produce gas perfettamente in linea alle odierne normative vigenti in materia di rifiuti con Rif. al CER 190199 (gas derivati) composto primcipalmente da CO, H2;, CH4;, CO2 Ect.
    Seleziona pagina :     1   2   3 

    PERSONAL AREA

       Username :
       Password :  

    ADIRINOX

    CERTIFICAZIONI

    LINK VARI

    ADIRAMEF SRL su ICittą
    s

    Copyright © Adiramef 2007 - All Rights Reserved ®                               - P.IVA : 07777350633 -                               Strada Consortile s.n.c.- Carinaro(CE)